Roberto Rubini

Roberto Rubini
GSSS Team – Istruttore IGSS
Settore Tecnico FMI

Dopo i primi esperimenti col ‘48 a presa diretta della mamma, finito su una pista da cross vicino casa a 13 anni, buco il motociclistico fino alla maggior eta’. Era la fine degli anni ’70 quando cominciavano a prender piede le enduro stradali, ed una Suzuki DR 400 e’ stata la mia prima vera moto.
L’asfalto era solo un passaggio obbligato per raggiungere gli innumerevoli percorsi off-road delle colline tosco-romagnole… e la spiaggia, aperta alle auto d’inverno, un magnifico parco giochi sotto casa. Al ritorno dal fuoristrada in collina, ci si strusciava con gli “smanettoni a quattro cilindri”, anche loro di ritorno. Nonostante il tassello, in discesa molti di loro subivano l’agilita’ e l’allungo del Teneré (con me dall’83… ad oggi).
La passione per l’asfalto e’ cresciuta di pari passo con la capacita’ di guidare su asfalto.. .quasi come su sterrato. Mai pista, mai competizioni (come un usato sicuro) ma una passione coltivata in ogni ritaglio di tempo, sempre con approccio sportivo (ora KTM 950 SM e R1).
Dopo 30 anni in Romagna, la “tera de mutor”, da 20 vivo nelle Alpi Marittime dove ogni occasione e’ buona, anche in inverno, per scaricare un po’ di cavalleria e stress su curve e tornanti transalpini. L’incontro con Curve&Tornanti ed il metodo GSSS e’ stato subito appassionante, trovando codificate nozioni che applicavo da anni, prima e vedendo i risultati, dopo. Prima su di me, poi sugli allievi.

Cosa ho in garage: Tenere’ dell’83, R1 del 2001, KTM 950 SM del 2005.

Cosa ci metterei: KTM 525 per l’endurata, Yamaha FJR 1300 per i viaggi, che i 3 figli non mi permettono, per ora, di fare.