Paolo Gregoriani

Paolo Gregoriani
GSSS Team – Istruttore IGSS
Settore Tecnico FMI

Descrivi la tua passione per la moto… e come si fa?!? Impresa ardua, soprattutto per chi, come me, ce l’ha dentro da sempre, fin da quando ho fatto il mio primo disegno in tema, copiando una Ducati 851 dall’almanacco “La moto” del 1989… avevo poco più di 7 anni e le idee già molto chiare!!

Poi in realtà una Ducati ancora non ce l’ho avuta, ma di moto ne ho assaggiate diverse e adesso, da quando le vacanze si fanno in due, vado in giro per il mondo sulle piccole ali di un’Aquilotta di Mandello del Lario. Così cerco di soddisfare il mio bisogno di moto: per guidare, per respirare, per conoscere.

Un bisogno che mi ha dato la forza anche di ripartire dopo avventure poco simpatiche (bersaglio mobile)… quando ti rendi conto che la sicurezza non è mai troppa, e anche se tu te ne fai paladino c’è sempre qualcun altro che te la può violare da un momento all’altro! Per questo ho voluto diventare istruttore IGSS e mettere la mia (modesta, modestissima!) esperienza e il mio (tanto!) impegno al servizio degli altri. Perché una passione vissuta da soli è come un diamante avvolto nel buio.

Lamps!!

COSA HO IN GARAGE
Moto Guzzi Breva 750
Yamaha TT 600 E
Gabbiano Gioiello 50 cc (epoca, fine anni 60)
DEMM (epoca, 1962)
Minimoto Cimatti (anni ’80, la mia prma due ruote a motore!!)

COSA VORREI METTERCI
Africa Twin
Ducati Multistrada 1200 S (rosso)
la Scrambler Triumph
un’Harley Davidson 883
una Norton Commando Fastback PR (quella gialla del 1970!), e mi piacerebbe anche quella restyling che è stata riproposta di recente
la mitica Indian di Burt Munro
un bel Falcone Moto Guzzi (rosso fiammante!)

…insomma vorrei un garage più grande!!